Boy, Snow, Bird

“My first post on Parla della Russia”, con un libro che fa problema…

Parla della Russia

oyeyemi
«Sono sempre stata sicurissima che, messa alle strette, avrei potuto ammazzare qualcuno. Me stessa o mio padre, a seconda di cosa sembrasse più pratico. Non avrei ucciso spinta dall’odio; l’avrei fatto unicamente per risolvere un problema. E solo dopo che fosse fallito ogni tentativo di soluzione. Questo genere di capolinea o ce l’hai in mente per carattere o niente; come dicevo, è un’idea che ti nasce dentro molto presto. Il mio riflesso di tanto in tanto mi faceva un lento cenno d’assenso con il capo, ma non mi diceva mai cosa ne pensasse. Non ce n’era bisogno.»

Boy Novak è una ragazzina bionda e sveglia che, nella New York degli anni ‘50, finge di apprendere molto meno di quanto non sia capace di apprendere in realtà. Vive da sola con Frank, genitore brutale, violento, acchiapparatti di professione e dal quale decide di scappare a vent’anni, prendendo la prima corriera che…

View original post 788 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...