faccenda “contro versa” e imprevista

Grazie a Laboratorio Donnae e a Pina (che è nelle Genealogie, editoriali e non)

laboratorio donnae

– scritto di Pina Nuzzo –g1-contro-versa-cover-1

Le dieci autrici di contro versa, genealogie impreviste di nate negli anni ’70 e dintorni hanno conosciuto il femminismo, lo hanno respirato fin da piccole grazie alle madri; grazie all’incontro con le protagoniste, in situazioni e in ambiti diversi. Ricordano bene quel particolare momento che ha lasciato un segno nella loro vita. Negli scritti ne danno conto, dettagliatamente e con maestria.

Leggendo ho avuto modo di constatare che quasi tutte convergono verso un desiderio di autoaffermazione. Il fatto che, praticamente tutte, abbiano alle spalle esperienza della politica, accentua il bisogno di farla in forme più congeniali, più vicine alla materialità della loro vita. A volte è una politica separata, a volte no, ma con gli uomini condividono almeno la precarietà del lavoro, quindi, in alcune occasioni, sembra loro “naturale” fare delle battaglie insieme. A nessuna però sfugge – lo scrivono – il senso…

View original post 2.012 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...