Studi di genere (e voglia di ottimismo)

In tutta la vicenda che riguarda il modulo di studi di genere di Laura Corradi all’Unical, direi che si può riflettere su quanto può essere considerato in modo “non negativo” :

l’eventualità, sollevata dal comunicato stampa del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Unical, che Laura Corradi possa – in via ufficiale ed entro termini istituzionali prossimi- chiedere che nel manifesto degli studi venga inserito il corso di studi di genere (al posto di altro), stando che il singolo interessato– cioè la docente- potrà chiedere il ripristino di studi di genere, al posto di contenuti ritenuti meno appropriati.” . Esiste, poi, una INTERROGAZIONE PARLAMENTARE  di Celeste Costantino, grazie alla quale speriamo tutt* verrà fatta chiarezza in maniera inequivocabile, ed un positivo e intensificato interesse nei confronti dei tagli agli studi di genere, rispetto al quale potete leggere molte notizie sul sito di Vincenza Perilli e Sonia Sabelli .

dito_luna

[qui anche la lettera di Sabrina Garofalo e il comunicato del Centro di Women’s Studies “Milly Villa”]

 

One comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...