Con gli occhi di un bambino.

Scambio di battute tra me e mio figlio, che ha appena compiuto quattro anni, per strada, di fronte alla gigantografia di un’immagine pubblicitaria  di  nota marca di intimo:

“Mamma li’ c’è una donna nuda!”

*
“Non è nuda, è in mutande e reggiseno”

*
“Ma fa freddo!”

*
“Amore è la pubblicità di quelle mutande e reggiseno”

*
“Anche del seno”.

*

Rimasta a bocca aperta.

Chissà cosa gli avrebbe risposto Mary , a quel punto!

3 comments

  1. …non so cosa avrebbe risposto Mary…ma so quel che ti avrebbe detto Giovanni se tu gli avessi detto ,
    Avrebbero potuto presentare la stessa merce su un comò, o nel cassetto di un armadio, o se proprio dobbiamo andare giù duro di sexy…un bel coordinato sulla lavatrice mentre fa la centrifuga…sai che figurone !
    Tra l’altro se le aziende di intimo (e di moda in genere) capissero che per le donne “normali” non è sempre vantaggioso avere davanti agli occhi delle “strafighe” perfette che indossano la misura “zero” di ogni capo…mortificate nel corpo e nello sguardo, le donne “normali” non comprerebbero mai l’oggetto di una simile “umiliazione”…infatti chi ha qualche chiletto di troppo nemmeno li guarda quei cartelli, o se lo fa è perchè avrebbe intenzione di abbatterli…Aziende “niente affatto spettabili”, provate a diventare più furbe, ad inventarvi uno slogan nuovo di zecca…che ne so, ad esempio mettete un coordinato di pizzo bianco su lenzuola nere di seta…e lasciate immaginare alle donne e agli uomini tutto il resto…non serve propinare corpi nudi per vendere, si può fare l’amore anche con la fantasia…è la guerra che si combatte solo con le maledette armi e, la guerra si sa, è il sonno della ragione e genera mostri !

  2. la capacità incredibile dei bambini-e di cogliere l’essenza, il senso intrinseco delle cose!!!il problema è quando assimilano alcuni concetti ( come in questo caso il concetto di mercificazione del corpo femminile) e poi non viene dato loro altro…
    e già mi spavento perchè ieri, ad esempio, mi raccontava una storia di mostri che spaventano “persino” i maschietti (chi gliel’ha spiegato che i maschietti sono piu’ coraggiosi proprio non lo so!a scuola?boh…),ovviamente anche io gli ho raccontato una storia, altra!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...